a

Memorial “Armando D’Alessandro”. Cancelli chiusi alla “D’Aosta”: scelta una nuova location

Una vigilia a dir poco turbolenta. Mancano pochi giorni al via eppure il Memorial “Armando D’Alessandro” fa già parlare di sé anche se il pallone è ancora fermo lì, a metà campo.
Con un post diffuso sui social, l’organizzazione ha ufficializzato il cambio repentino di location per l’ormai prossima settima edizione. Porte serrate da parte dell’Istituto Comprensivo “D’Aosta” che non metterà a disposizione la palestra outdoor per ragioni strettamente burocratiche: “Il Comune di Ottaviano – spiega Antonello D’Alessandro, fratello del compianto Armando ed ideatore dell’evento – non è stato in grado di fornire la documentazione necessaria per ottenere i permessi richiesti dal preside del plesso scolastico”.
Porte serrate dunque che potevano gettare nello sconforto tutto lo staff che nonostante tutto non ha mai preso seriamente in considerazione l’idea di sospendere la manifestazione, optando per una nuova e suggestiva location: l’oratorio della Parrocchia San Francesco di Paola, messo subito a disposizione dal parroco, Don Vittorio Garzone: “Non aveva senso sospendere o rimandare il torneo considerando gli impegni presi con gli sponsor, senza contare i preparativi già pressoché ultimati da parte di tutto lo staff. Abbiamo preferito optare per questa soluzione che – credo – agevoli un po’ tutti, sotto tutti i punti di vista. A due passi da piazza Municipio, può essere facilmente raggiunto da tutti coloro che vorranno continuare a seguirci in quest’avventura”.

Share With: