a

FOTO. Seria A Jimmy’z, Fiorentina-Roma 6-4: rimonta viola, lo scudetto è tuo!

Godi Fiorentina, il titolo è tuo. I viola superano in rimonta la Roma, chiudendo sul 6-4 la sfida ed aggiudicandosi la kermesse ottavianese al termine di una sfida intesa, impreziosita da una buona cornice di pubblico nonostante una serata condizionata dal freddo.
Non è bastato il rientro di Paolo Ambrosio ai giallorossi che, nonostante i precedenti positivi in stagione, non sono riusciti a confermarsi nel giorno più importante, piegati da una Fiorentina mai doma, costretta a lungo a rincorrere senza però mai mollare, firmando l’allungo decisivo nel momento chiave del match. Avvio a fari spenti da ambedue le parti che preferiscono studiarsi anzichè affondare il colpo. La Roma rompe il ghiaccio praticamente al primo affondo, grazie ad uno spunto vincente di Simone Ambrosio che, con la complicità del palo, supera Aprile e firma lo 0-1. Immediata la reazione dei viola ce pareggiano i conti con un tap-in vincente di Iervolino. Altro affondo ed altro sorpasso: stavolta è Boccia a sorprendere Aprile con un destro potente che vale il momentaneo 1-2. Prima dell’intervallo la Fiorentina riesce però nuovamente a raddrizzare il risultato: Petricciuolo apparecchia per Iervolino, colpo di tacco vincente per il 2-2 che chiude la prima frazione.
Nella ripresa non cambia il canovaccio del match: Paolo Ambrosio si scuote dal torpore e con un’azione personale firma il 3-2. Fatale per i giallorossi la gestione dei falli. Palla al centro e tiro libero per la Fiorentina: dai dieci metri il cecchino Picariello non sbaglia: 3-3. La Roma accusa il colpo e si sbilancia, i viola in contropiede ne approfittano per rompere gli indugi. E’ Pizzo, in estirada, a firmare il 4-3 sembra dare una sterzata al match. Sembra, perché l’ultimo a mollare per i giallorossi è Paolo Ambrosio: numero da circo e sinistro vellutato che muore nell’angolino: 4-4, tutto da rifare. E’ qui che si decide la sfida. Altro fallo, piuttosto ingenuo, commesso dalla Roma: dai dieci metri Picariello non perdona. 5-4 a tre minuti dalla fine, manca soltanto il colpo del ko che arriva in pieno recupero. Il protagonista è quello che non t’aspetti: Gennaro Aprile, dalla propria porta, coglie impreparato il dirimpettaio Boccia, siglando il 6-4 che chiude la partita. Triplice fischio e braccia al cielo: la Fiorentina si aggiudica il tricolore, l’anno prossimo saranno loro a dover difendere il titolo. Al termine della sfida la consueta premiazione, immortalata dal nostro Pietro Tamburrino.

Finale Serie A Jimmy’z 2016/17

Flickr Album Gallery Powered By: WP Frank
Share With: