a

Virtus Vesuvio Ottaviano. Sconfitta indolore nel test amichevole di Striano

Si è conclusa con un pirotecnico 4-3 la prima amichevole pre-campionato della Virtus Vesuvio Ottaviano. Le foxes cadono al “Mulitiello” contro i padroni di casa dello Striano ma, aldilà del risultato, coach D’Avino può sorridere per aver tratto importanti e significative risposte nel primo vero test sostenuto dai suoi ragazzi, soprattutto nell’arco della prima frazione di gioco. In avvio il tecnico ottavianese opta per un 4-3-3 con Rastiello tra i pali, linea difensiva composta da Trombetta e Carbone sugli esterni, con Marucci e Capasso al centro della difesa. Cocozza in cabina di regia, supportato da Rea ed Ilardi ai lati; in avanti Langella ed Ambrosio completano il tridente con Annunziata punta centrale. Pronti via ed i vesuviani, pur tenendo le redini del match, vanno sotto praticamente al primo affondo (topica difensiva che spiana la strada per il momentaneo 1-0, ndr). Reazione di gran carriera della Virtus che trovano immediatamente il pari con Annunziata, ma la rete non viene convalidata per una dubbia posizione di fuorigioco. Poco male per le foxes che di lì a poco rimettono le cose a posto grazie ad un calcio di rigore trasformato, di pura potenza, da Ilardi. L’assalto ospite continua fino all’intervallo ma senza fortuna: si va al riposo sull’1-1.
Nella ripresa si cambia registro. D’Avino mantiene lo stesso atteggiamento tattico, cambiando però tanti interpreti. Tra i pali c’è Potenza, in difesa Iervolino ed Angelo Trombetta sono i centrali, Postiglione e Michele Trombetta i due terzini bassi. In mediana Giugliano funge da playmaker, con Massa e Cozzolino interni di centrocampo; tridente offensivo composto da Franzese, Ambrosio e Manzi. I nove cambi si fanno sentire soprattutto in termini di ritmo e distanze, lo Striano ne approfitta a pieno, allungando fino al 4-1. Il poker subito scatena una reazione d’orgoglio negli ottavianesi che cercano fino alla fine di rimontare. Manzi accorcia sul 4-2 con una gran bella conclusione da fuori area, il punto esclamativo lo firma Franzese che si congeda con un lob delizioso prima di una personale sosta forzata per l’imminente rito nuziale. A fine gara un po’ d’apprensione per Iervolino, uscito malconcio dal terreno di gioco per un problema alla caviglia che sarà valutato dallo staff medico in settimana.
Ripresa fissata per domani sera tra le mura amiche del “Comunale”, possibile ma non ancora confermata un seconda amichevole, stavolta infrasettimanale, contro il Terzigno, altro club che parteciperà al campionato regionale di Prima Categoria. Sul fronte federale, scaduti i termini d’iscrizione (l’ultimo giorno utile era il 12 settembre, ndr), cresce l’attesa per la compilazione di gironi e calendari.

Share With: