a

Virtus Vesuvio Ottaviano-Barrese 1-3. Ambrosio non basta: primo stop dell’era Peluso

Si ferma a cinque la striscia di vittorie consecutive tra coppa e campionato della Virtus Vesuvio Ottaviano. Prima battuta d’arresto dall’arrivo di Peluso in panchina per le foxes che solo nel finale hanno pagato a caro prezzo il ritorno di una Barrese certamente mai doma e che ha dimostrato sul campo di meritare il secondo posto in classifica.
Partita tatticamente bloccata, dai toni agonistici elevati ma che non offre grossi spunti in area di rigore, né da una parte né dall’altra. Il primo tempo scivola così senza grosse emozioni, ma a pochi secondi dall’intervallo sono le foxes con un sussulto a mettere la freccia. D’Urso, d’astuzia, smarca da tiro franco Ambrosio che in perfetto diagonale fulmina Martucci per l’1-0 che letteralmente esplodere il “Comunale”. Nella ripresa però la Barrese cambia registro: i ragazzi di Nutolo alzano pressing e baricentro, alla ricerca del gol del pari. La Virtus tiene botta, serra i ranghi, e prova in contropiede a chiudere i giochi, ma senza fortuna. La svolta definitiva arriva al minuto 81: da calcio d’angolo Biancolino salta più in alto di tutti e beffa Rastiello per l’1-1 che cambia la partita. Il pari subito taglia le gambe ai vesuviani che di lì a poco capitolano. Aliyev ruba letteralmente la scena e nel giro di pochi minuti sfrutta a dovere gli assist di Flaminio e Bifaro realizzando un micidiale uno-due che regala il definitivo 1-3 ai partenopei. Game over per i vesuviani ma zero rimpianti per la truppa di Peluso che già nel prossimo week-end proverà a riscattarsi contro la Royal Acerrana, altra diretta concorrente nello lotta ai play-off.

 

Share With: