a

Virtus Vesuvio-Giallo Bleu 2-2. Anno nuovo, soliti errori: pari beffa al “Comunale”

Bicchiere mezzo vuoto. Il 2019 non comincia nel migliore dei modi per la Virtus Vesuvio che porta a casa solo un pari dal match – sulla carta – agevole contro la formazione di Sant’Antonio Abate. Tanti, troppi, i punti sprecati soprattutto in casa contro avversarie qualitativamente al di sotto della formazione guidata da coach D’Avino. Nonostante una condizione atletica apprezzabile, è il calo di concentrazione il vero tallone d’Achille di una squadra che troppo spesso finisce per specchiarsi senza aver messo al sicuro il risultato.
Primo tempo di stampo locale: la Virtus domina in lungo e in largo ma difetta, come suo solito, in zona gol. Solo dopo la mezz’ora di gioco le foxes riescono a sbloccarla grazie al bomber Annunziata. Solo il montante nega il raddoppio ad uno sfortunato Ambrosio: si va al riposo con un solo gol di vantaggio.
La ripresa si apre col pareggio inaspettato del Giallo Bleu. Al minuto 65 è Scala ad approfittare di un batti e ribatti in area che non lascia scampo all’incolpevole Listo. L’1-1 scuote la Virtus che a testa bassa riprende in mano le redini del match. Scollinata la mezz’ora della ripresa, ci pensa Rea a scacciare fantasmi e cattivi pensieri, trovando il guizzo vincente per il momentaneo 2-1. Manca soltanto il colpo del ko ed il pallone buono capita sui piedi di Annunziata che però, a tu per tu col portiere, fallisce la ghiotta chance. Gol mangiato, gol subito: in pieno recupero il vecchio adagio suona come una condanna per le foxes che regalano, in pieno recupero, una punizione dal limite sfruttata nel migliore dei modi dagli abatesi che trovano il 2-2 che chiude di fatto la contesa. Rabbia e sconforto per gli ottavianesi che non approfittano a dovere del concomitante pareggio della capolista Blue Lion in quel di Lettere per accorciare il distacco dalla vetta. Determinanti i prossimi due impegni che chiuderanno il girone d’andata: due autentici big match contro Atletico A.V. (in trasferta, ndr) e Blue Lion (in casa, ndr) che potrebbero riscrivere le gerarchie nella corsa al vertice del girone.

Share With: