a

Virtus Vesuvio-Atletico A.V. 16. Ammirati carica l’ambiente: “Ancora due finali per centrare i play-off”

Ritrovare se stessi. Il convulso finale di Montemiletto non può – ma soprattutto – non deve ridimensionare quanto di buono costruito sin qui dalla Virtus Vesuvio. La coppa è un rimpianto ma non un freno alle ambizioni delle foxes, chiamati al tour de force negli ultimi due impegni che chiuderanno la stagione regolare.
Il calendario non sorride agli uomini di D’Avino che dovranno quantomeno difendere il distacco di otto lunghezze dal Blue Lion, sfidando le prime due dalla classe. Si comincia domani: al “Comunale” arriva la capolista Atletico A.V. che proprio ad Ottaviano potrebbe chiudere il discorso promozione con una giornata d’anticipo. Motivazioni a mille, insomma, da una parte e dall’altra ma per tastare gli umori dello spogliatoio dei vesuviani è intervenuto ai nostri microfoni Luigi Ammirati, numero 1 del sodalizio ottavianese: “Perdere una finale a tempo scaduto dopo averla dominata e con tanta gente al seguito ci ha un po’ tagliato le gambe. Dovevamo ritrovarci e già dalla prima seduta post Montemiletto ci siamo guardati negli occhi e ci siamo giurati di dare il tutto per tutto per provare a rendere ancor più straordinaria questa annata. Contiamo qualche defezione, ma in generale il gruppo sta bene, è motivato e pronto a scendere in campo dopo la sosta pasquale”.
Ancora due finali da disputare per raggiungere l’obiettivo play-off: “Anche il calendario ci ha un po’ girato le spalle. Parlano i numeri, affrontare le due battistrada del girone sarà per noi un enorme banco di prova. Domani il primo grande esame, servirà tutto il calore e sostegno dei nostri tifosi per riuscire ad avere la meglio sull’Atletico. Tre punti per continuare a sperare per poi giocarci il tutto per tutto a Nola, contro il Blue Lion”.

Share With: