a

Virtus Vesuvio. Annunziata fissa l’obiettivo: “Coppa e campionato, possiamo arrivare in fondo”

Giro di boa, tempo di bilanci, seppur parziali, anche in casa Virtus Vesuvio. Da cenerentola del torneo, le foxes si sono ben presto ritagliate il proprio spazio, protagonisti sin qui di una grande stagione non solo per il passo play-off tenuto in campionato ma anche per il percorso sin qui compiuto in Coppa Campania, con in tasca già il pass per i quarti di finale.
Numeri importanti che da soli certificano la bontà del lavoro svolto dalla società nel programmare la corrente stagione. Aspettative poi confermate sul campo anche grazie ai gol – già 14 a referto – realizzati da Nunzio Annunziata, il bomber ex Sparta e Real San Gennarello, fiore all’occhiello della campagna acquisti estiva del club: “Ho impiegato davvero poco a calarmi in questa nuova realtà. Conoscevo già tanti ragazzi con cui ho condiviso esperienze passate, ho trovato un gruppo molto affiatato, granitico e sempre dedito al sacrificio. E’ questa la nostra forza, senza dimenticare la mano del mister, un vero lusso per la categoria, non solo per le conoscenze puramente calcistiche ma soprattutto sotto il profilo umano”.
Parole al miele anche per la società, tanto giovane quanto ambiziosa: “Hanno le idee chiare e sotto il profilo organizzativo li reputo inappuntabili. E’ così che si trasmette un segnale di forza al gruppo che può dedicarsi anima e corpo al campo”.
In campionato, girone d’andata chiuso al terzo posto a quota 22 punti, a sette lunghezze dalla capolista Atletico A.V. 16: “Possiamo ritenerci soddisfatti del percorso intrapreso nel nostro girone, abbiamo vinto tanti scontri diretti ma al tempo stesso avremmo potuto fare di più soprattutto in casa, soprattutto contro formazioni come Striano e Sant’Antonio Abate che sono riuscite a strappare punti pesanti dal nostro campo, approfittando dei nostri cali di tensione. Dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista per cercare di non ripetere gli stessi errori anche nel girone di ritorno”.
E poi c’è la coppa, un obiettivo mai nascosto dalla società a cui anche Annunziata è particolarmente affezionato, considerando i suoi trascorsi: “Sarebbe bello poter rivivere le stesse emozioni di quando indossavo i colori del Real San Gennarello. La finale a Nocera, il “San Francesco” colorato di rossoblù, il 6-0 rifilato al Chieve che certificò il nostro trionfo. Solo a ripensarci mi viene la pelle d’oca, da allora sono passate tre stagioni, ci siamo guadagnati l’accesso ai quarti e proveremo ad arrivare fino in fondo per regalare una grande gioia alla società e a noi stessi”.

Share With: