a

Virtus Ottaviano. Sipario sul campionato, Albano: “Decisione sofferta ma inevitabile”

Fine della corsa. Il mondo dei dilettanti ieri ha perso la sua personale battaglia contro il Covid-19. Il Consiglio Federale della FIGC ha definitivamente sospeso tutte le competizioni ufficiali organizzate dalla Lega Nazionale Dilettanti. Dalla D alla Terza Categoria, senza dimenticare il calcio femminile, i settori giovanili, finanche il futsal: tutto rinviato alla prossima stagione che potrebbe aprirsi con tante novità a partire dalla definizione delle classifiche e dai verdetti lasciati in sospeso sul campo fino ad arrivare ad una riforma a più ampio raggio per ridisegnare e ridefinire l’assetto dei campionati.
Sarà, insomma, un’estate bollente in cui anche la Virtus Ottaviano vivrà da spettatore interessato. Ne abbiamo parlato con il numero 1 del sodalizio vesuviano, Onofrio Albano, che si è così espresso, in primis, sulla decisione maturata ieri a Roma: “Era nell’aria. Tutti si aspettavano questo provvedimento ma nessuno voleva che accadesse. In parte è giusto così, ci sarebbero state troppe difficoltà a terminare la stagione, ma soprattutto troppo pericoloso vista la situazione per i nostri tesserati, che noi consideriamo nostri figli e quindi era importante tutelare, prima di tutto, la loro salute. Noi non possiamo che prendere atto di tale decisione anche perché credo che la Federazione abbia fatto tutto il possibile per cercare di portare a termine la stagione, pur di non mettere a repentaglio la salute di tante persone”.
Sul campo, la classifica ha premiato il lavoro svolto da un club che con passione e sacrificio ha meritato il gradino più basso del podio, dietro solo a corazzate quali Ischia e Pianura: “C’è rammarico soprattutto per la classifica. Anche stavolta nonostante le innumerevoli difficoltà e soprattutto le tante squadre blasonate presenti nel nostro girone, eravamo, anzi mi correggo, siamo al terzo posto. Un piazzamento importante che testimonia l’ottimo lavoro svolto, grazie al gruppo di ragazzi che ogni anno riusciamo a formare e rafforzar. Quest’anno abbiamo percorso una strada in salita, partendo dalle ceneri della stagione passata ma, come nostro solito, con lavoro ed abnegazione abbiamo ottenuto un ottimo risultato”.
Archiviata bruscamente la corrente stagione, ora si guarda al futuro: “Per il prosieguo il nostro modus operandi non cambia. Continueremo come sempre con il nostro gruppo di ragazzi stupendi, che ringraziamo ad uno ad uno, poi la programmazione è figlia del lavoro quotidiano, il quale ci permette di capire dove meno abbiamo dato e quindi ogni giorno cercare di commettere un errore in meno di quello precedente. Sicuramente la Virtus sarà ai nastri di partenza, non sappiamo ancora quali saranno le modalità, ma noi per l’ennesimo anno scenderemo in campo per onorare i nostri colori. La società ringrazia tutti quelli che si sono prodigati per farci uscire da questo tunnel del quale si intravede la luce, da parte nostra saremo sempre lì, a lottare, uniti come non mai”.

Share With: