a

Virtus Ottaviano. Domani arriva la Nocerina, Mottola in orbita dirigenziale?

Rimboccarsi le maniche. Un mantra ben chiaro da inculcare nella testa dei calciatori della Virtus Ottaviano. L’avvio di campionato non ha regalato affatto sorrisi ai rossoblù che, accantonata ben presto l’emozione per il grande ritorno in Eccellenza, si sono presto e bruscamente scontrati con la cruda realtà di una categoria dura e complicata.
Analizzando queste prime tre giornate, Afragolese e Puteolana a parte, tutti si aspettavano almeno un punto dalla trasferta di Volla, contro una diretta concorrente per la corsa salvezza. Qualcosa però non è andato per il verso giusto ed il 3-2 subito di rimonta al “Borsellino” avrà certamente indotto la società a delle riflessioni. Questione di testa per lo più perché anche se le gambe ancora non girano al meglio, è tutta lì, nel carattere, la differenza emersa rispetto alle altre contendenti.
Ieri è ufficialmente ripresa la preparazione dei vesuviani, in vista della delicata sfida di domenica mattina, tra le mura amiche del “Comunale”, contro il Real Forio. Prima di affrontare gli isolani, i rossoblù scenderanno in campo giovedì per un’amichevole contro la Nocerina, formazione di categoria superiore inserita nel gruppo I di Serie D.
Dalle questioni di campo a quelle societarie. È sempre più probabile l’ingresso all’interno dell’organigramma del club di una nuova figura, pronta a ricoprire l’incarico di direttore sportivo. Stiamo parlando di Franco Mottola, ex dirigente di Pomigliano, San Giorgio e Puteolana che vanta esperienze importanti anche in categorie superiori. Al momento non sono ancora giunti annunci ufficiali (in monitoraggio costante tutti i canali social del club, ndr) ma il neo-diesse già da martedì ha cominciato a seguire da vicino la squadra, presenziando alle sedute d’allenamento al “Comunale” di Ottaviano. Una figura di spicco, insomma, per compiere un ulteriore step in avanti nella programmazione di una stagione difficile ma al tempo stesso esaltante.

Foto: Sport Event

Share With: