a

Virtus Ottaviano-Afro Napoli 0-2. Un gol per tempo per i leoni: rossoblù al decimo ko!

Pronostico – ahinoi  -rispettato. L’effetto Soviero non sortisce l’effetto sperato: la Virtus Ottaviano cade ancora una volta, in casa, sotto i colpi di un Afro Napoli che col minimo sforzo strappa l’intera posta in palio dal “Comunale”.
Gara indirizzata sul binario più consueto ai leoni dopo pochi minuti di gioco: scellerato il colpo di testa all’indietro di Saggese che provoca così il clamoroso autogol. Sullo 0-1, l’Afro gestisce al meglio il possesso, senza subire l’iniziativa dei vesuviani, tatticamente e moralmente fin troppo rinunciatari sotto il profilo del gioco. L’unico brivido della prima frazione arriva a pochi minuti dall’intervallo, con un piazzato dell’inesauribile D’Urso che termina di poco oltre il montante.
Nella ripresa stessa copione: passano pochi minuti e gli ospiti chiudono definitivamente i giochi. La Virtus perde palla al limite dell’area, Babù ne approfitta e con un delizioso pallonetto firma il raddoppio che chiude virtualmente i giochi. Di lì in poi è ordinaria amministrazione per i leoni che non concedono spazi agli avversari, rifugiandosi nel possesso palla per non perdere mai le redini del match. Decimo ko in campionato per i rossoblù: una sconfitta preventivabile considerando il tenore dell’avversario ma comunque pesante considerando il contemporaneo successo della Flegrea, penultima in classifica, che allunga a sei punti il distacco dall’ultimo posto utile per i play-out.

Share With: