a

Santa Maria la Carità-Virtus Ottaviano 1-4. Doppio Scudo, Ciniglio e La Pietra: rossoblù inarrestabili!

Quattro gol per salutare l’anno solare. Il 2019 della Virtus Ottaviano si è chiuso come meglio non si poteva, violando il “Comunale” di Santa Maria la Carità con una prestazione tutta cuore ed orgoglio e che regala il terzo posto ai rossoblù, alle spalle delle battistrada Ischia e Pianura.
4-1 il punteggio finale che premia i vesuviani, finalmente incisivi in zona gol anche grazie all’apporto dei nuovi arrivi – La Pietra su tutti – che ha bagnato con un gol il suo ritorno in maglia Virtus. Ma procediamo con ordine. Pronti via e i rossoblù prendono subito in mano le redini del match, imponendo il proprio ritmo nonostante il fattore campo a sfavore. Dieci giri di lancette e gli ottavianesi mettono la freccia grazie al tap-in vincente di capitan Ciniglio. Il raddoppio arriva poco prima della mezz’ora: lancio illuminante di Cocozza per Scudo che a tu per tu col portiere non sbaglia. 0-2 e squadre al riposo.
Il doppio vantaggio gioca un brutto scherzo alla Virtus che in avvio di ripresa concede campo agli avversari. I sammaritani ne approfittano ed al 55′ provano a riaprire i giochi grazie alla pennellata su punizione dello specialista Porzio. L’1-2 – paradossalmente – desta i rossoblù che riprendono a macinare gioco e al 65′ chiudono virtualmente la contesa con la doppietta personale di Scudo. Il punto esclamativo sul match è di La Pietra che, in pieno recupero, si prende la scena col marchio di fabbrica: scatto sul filo del fuorigioco e dribbling sul portiere avversario prima di depositare in rete il cuoio del definitivo 1-4.

Share With: