a

Real Sarno. Duraccio talismano per la salvezza: “Ci proveremo fino alla fine”

Cresce la colonia ottavianese in casa Real Sarno. Dopo l’approdo in panchina di Luigi Di Martino, per costruire un’insperata salvezza l’ex tecnico del Real San Gennarello ha deciso di pescare nel mercato nostrano, tra i talenti del nostro paese, per provare a raggiungere la soglia play-out.
Due i calciatori che hanno già cominciato la loro avventura con la maglia granata: Alessio Giovine e Michele Duraccio. Positivo l’impatto soprattutto dell’attaccante classe 2000, cresciuto tra le fila della Scuola Calcio Pasquale Avino prima di far parte della selezione juniores del Nola, che domenica scorsa ha esordito in campionato, nel prezioso 0-0 strappato in trasferta col San Marzano: “Non ho saputo dire di no alla chiamata di mister Di Martino, sono stato suo allievo sin dai tempi della scuola calcio ed ho deciso di dare il mio contributo alla causa. L’impatto con la squadra è stato positivo, tutti mi hanno accolto nel migliore dei modi, sia sul fronte dirigenziale che all’interno dello spogliatoio. Mi sono sentito subito a mio agio, e questo ha certamente facilitato il mio inserimento”.
Buon impatto con la categoria: “Il bilancio dell’esordio è senz’altro positivo. C’era tanta gente allo stadio, abbiamo strappato un punto prezioso contro una squadra che lotta per un piazzamento play-off, questo punto ci dà fiducia ma non abbiamo ancora fatto nulla. Da parte mia darò il massimo, anche se sappiamo bene di non essere padroni del nostro destino. Dobbiamo battere il San Vitaliano e sperare nel successo del Baiano contro il Gesualdo per centrare i play-out. Non sarà facile ma ci proveremo”.

Share With: