a

Real Rovigliano-Virtus Vesuvio 1-0. Foxes piegate da uno sfortunato autogol

Si interrompe dopo cinque gare la striscia positiva della Virtus Vesuvio tra coppa e campionato. Le foxes cadono a Torre del Greco, sconfitte di misura da un Rovigliano determinato ad invertire la rotta, piegati da uno sfortunato autogol che ha indirizzato la sfida sui binari più congeniali al Real.
Buona la tenuta del sintetico del “Leopardi” ma gara comunque condizionata dal forte vento che ha impedito ad entrambe le compagini di fare il proprio gioco. Alla mezz’ora arriva il vantaggio dei padroni di casa: Matrone si guadagna una punizione dall’out mancino, Di Maio si incarica della battuta e complice una sfortunata deviazione indirizza la sfera alle spalle di Annunziata per il momentaneo 1-0.
Nella ripresa, nonostante le avverse condizioni climatiche, fioccano le occasioni da una parte e dall’altra. Matrone spreca una ghiotta occasione per firmare il raddoppio, da qui è solo Virtus: Annunziata due volte, intervallato da Ambrosio, si presenta dalle parti di Del Gaudio che però chiude a doppia mandata la saracinesca, congelando l’1-0. Dove non arriva Del Gaudio, minuto 80, ci arrivano due monumentali Barbato e Di Capua che in collaborazione salvano sulla linea. Porcelli potrebbe chiuderla di rimessa ma Annunziata fa buona guardia; negli ultimi cinque minuti è assalto all’arma bianca da parte dei vesuviani che non riescono comunque a raccogliere i frutti dei propri sforzi complice il muro eretto dai padroni di casa che serrano i ranghi e al triplice fischio portano a casa un successo prezioso che rilancia le ambizioni del Rovigliano nella corsa ai play-off promozione. Delusione ma zero drammi per la Virtus Vesuvio che deve riporre prontamente in un cassetto il ko di Torre e guardare con fiducia alla sfida di mercoledì: al “Comunale” arriverà il Valle per la semifinale d’andata di Coppa Campania (fischio d’inizio alle ore 19, ndr).

Share With: