a

Quartograd-Virtus Ottaviano 1-1. Ciniglio illude, buon pari al “Giarrusso”

Bicchiere mezzo pieno. La Virtus Ottaviano torna a casa con un punto dalla trasferta del “Giarrusso”: 1-1 il punteggio finale contro i padroni di casa del Quartograd, bravi a credere nella rimonta nell’arco della ripresa grazie ad un’autentica magia griffata Shassah.
Gara equilibrata e tanto agonismo sul rettangolo di gioco, allentato dalla pioggia, copiosa per tutto l’arco del match. Primo tempo avaro di emozioni, con ambedue le squadre in costante lotta per il predominio a metà campo. Poco dopo la mezz’ora di gioco, l’episodio che dà una svolta alla partita: la Virtus beneficia di un penalty che lo specialista Ciniglio non sbaglia: 0-1 Ottaviano e terzo centro stagionale per il bomber vesuviano dopo la doppietta di una settimana fa con l’Ercolano.
Nella ripresa non cambia il tema tattico: la Virtus serra i ranghi e tiene bene il vantaggio nonostante il forcing dei locali che cercano con insistenza il gol del pareggio. L’1-1 matura così al 64′: prodezza balistica di Shassah che direttamente su punizione spedisce nel sette il cuoio del pareggio. Il “Giarrusso” esplode, il Quartograd ci crede e prova anche a ribaltarla del tutto. L’inerzia è tutta per i padroni di casa, la Virtus però reagisce con lucidità e col passare dei minuti alza il baricentro, senza più correre alcun rischio. Finisce così: gli ottavianesi cancellano la disfatta di coppa raccogliendo un punto prezioso in una trasferta ostica, aspettando il prossimo impegno casalingo, in programma sabato prossimo, contro il Rione Terra.

Share With: