a

Ponticelli-Virtus Ottaviano 0-3. Improta non sta nella pelle: “E’ stata una libidine”

Capita, nella vita sportiva, di dover affrontare la squadra della tua città. Diventa tutto più difficile. Addirittura un vero e proprio macigno se devi affrontare la squadra del tuo stesso quartiere. Ritrovarsi di fronte conoscenti, amici e nemici, senza contare il fatto che hai lasciato da vincitore quella stessa realtà. La settimana diventa lunga, stressante, ci si perde il sonno. Hai un solo obiettivo nella testa, una sola ossessione: vincere.
Il match in questione è Ponticelli-Virtus Ottaviano, non una gara come le altre per il team manager dei vesuviani, Mariano Improta. Il risultato finale premia i rossoblù che si sono aggiudicati la sfida con un netto 0-3. A fine gara ecco il suo personale commento.

Allora? Rilassato?
“Certamente. Non potrebbe essere altrimenti. Dico di più. E’ stata una vera libidine vincere nel mio quartiere, a 300 metri dalla mia abitazione. Su un campo dove ho vinto tre campionati: Gabbiano Ponticelli, Damiano Promotion e proprio lo scorso anno con il Ponticelli. Dico di più. E’ stato bello vedere che sul 0-3 ci riempivano di calci”.

Ormai siete aritmeticamente nei play off.
“E’ vero. Ma la strada per accedere al campionato superiore è lunga e tortuosa. Ora non ci resta che vincere l’ultima gara di campionato per disputare gli spareggi tra le mura amiche”.

In che condizioni è la squadra?
“A livello di squalifiche non abbiamo nessun problema. Forse dobbiamo recuperare qualche calciatore importante che in questo periodo ha qualche acciacco di troppo come Luca D’Urso, uscito dopo nove minuti di gioco, o come Borrelli che convive da un po’ con diversi fastidi alle caviglie. Qualcun’altro deve trovare brillantezza. Ma a questo ci penseranno mister Iervolino ed il prof. Albarella. Il compito del presidente Albano ed il mio sarà quello di tenere sempre compatto il gruppo, senza tralasciare alcun dettaglio.

Che squadra preferiresti incontrare ai play-off?
“Se fosse possibile nessuna. Ma questo non è possibile, mi basta sapere che abbiamo una buonissima squadra. Il mo rammarico è quello di aver lasciato per strada punti persi banalmente. Sarebbe stato bello lottare sino in fondo con l’Afro Napoli a cui abbiamo tolto quattro punti su sei”.

Share With: