a

Ottaviano. C’è Longobardi tra i pali: “Rinnovo mai in discussione”

Il rinnovo più atteso. L’ultimo dei senatori ha scelto ancora una volta Ottaviano: Carmine Longobardi proseguirà la sua carriera alla corte di coach Iervolino. Ieri la tanto attesa fumata bianca tra il club vesuviano e la saracinesca di Scafati, punto di forza in campo senza contare il suo ruolo chiave all’interno dello spogliatoio.
Il Covid toglie, il Covid da. Il terzo posto dell’anno scorso come punto di partenza per una nuova sfida che il portiere dei vesuviani ha raccolto col solito spirito. Quello di mettersi in discussione, sempre e comunque, in una stagione che si preannuncia a dir poco unica poiché, gioco-forza, comprenderà la coda di questa maledetta pandemia: “Resto ad Ottaviano perché ormai questa è la mia seconda casa – escama euforico Longobardi ai nostri microfoni -. Per il sesto anno consecutivo vestirò questa maglia, questi colori. Ritardo per la firma? Ci ho messo un po’ a sancire questo nuovo accordo ma la verità è che la mia permanenza non è mai stata messa in dubbio. Voglio proseguire qui la mia carriera perchè l’idea del club è quella di provare a migliorarsi ogni anno e poi ci tengo a proseguire il mio percorso con Ciro Fabiano, il nostro preparatore dei portieri, grande uomo e ottimo professionista. Purtroppo il Coronavirus ci ha costretto a fermarci dopo un ottimo campionato, dobbiamo proseguire su quel sentiero, continuando a lottare ai vertici del torneo. Ne approfitto per salutare tutti gli ottavianesi, augurando a tutti buone vacanze prima di poter tornare in campo, più forti e motivati di prima”.

Share With: