a

Leopardi-Virtus Vesuvio 1-3. Blitz esterno nel segno di D’Urso!

Critiche e polemiche sono ormai alle spalle. La Virtus Vesuvio ha chiuso ieri nel migliore dei modi una settimana turbolenta, figlia del pari beffa maturato nel convulso finale di gara contro l’Atletico Baiano. Due punti gettati alle ortiche e quella maledetta sensazione di non riuscire a dare la scossa al momento opportuno. Tarli rispediti al mittente grazie al blitz di Torre del Greco contro la bestia nera Leopardi: 3-1 a domicilio, trascinati dall’estro, dal talento, di un ritrovato Luca D’Urso.
Ma procediamo con ordine. Gara da subito divertente e ricca di spunti: padroni di casa subito pericolosi col palo colto da Vitiello. Immediata la replica dei vesuviani con Massa prima ed Ambrosio poi, la difesa locale si salva con la complicità del montante. Nel finale della prima frazione la Virtus la sblocca: cross dall’out mancino, Franzese si inserisce coi tempi giusti e beffa l’estremo locale per il momentaneo 0-1. Ad un minuto dall’intervallo brilla la stella di D’Urso: pallonetto da metà campo che coglie impreparato il portiere corallino, regalando il meritato raddoppio agli uomini di D’Avino.
Nella ripresa non si placa il ping-pong di emozioni. Gli ottavianesi vogliono il gol della sicurezza e lo sfiorano prima con D’Urso e poi con Rea. Il Leopardi prova a riaprirla ma non è giornata per Vitiello: lob delizioso, il cuoio però si stampa nuovamente sulla traversa. Il forcing dei locali viene premiato al minuto 73: glaciale Pinto che buca Listo dalla media distanza, riaprendo la contesa. La Virtus tiene botta e a dieci dalla fine chiude definitivamente i conti. Calcio di rigore concesso ai vesuviani, dal dischetto lo specialista D’Urso non sbaglia: pallone da una parte e portiere dall’altra, 1-3 e partita in ghiaccio.
Successo prezioso per gli ottavianesi che cancellano il mezzo passo falso di una settimana fa, preparandosi nel migliore dei modi alla sfida di coppa: mercoledì ad Ottaviano arriva il Lupo Fidelis per il primo atto dei quarti di finale.

Share With: